La centrale di Brignola

La centrale di Brignola

La centrale di BrignolaLa centrale Enel di Brignola fa parte di una rete di bacini di raccolta acque : Diga delle Piastre, Diga del Chiotas e bacini di compenso del lago delle Rovine e di Brignola, canali di derivazione del Torrente Gesso, condotte forzate, centrali elettriche sistemate al chiuso e all'aperto costruiti dall'Enel nella Valle Gesso a partire dagli anni '60. L'impianto situato nel territorio di Roccavione è costituito da un canale derivatore che, attraversando la Val di Bousset e la Valle di Roaschia, porta l'acqua della Diga Piastra giungendo a monte di Brignola, luogo in cui parte una condotta forzata, costituita da un'unica tubatura metallica, parte murata in galleria e parte all'aperto, della lunghezza complessiva di m.550, che giunge alla centrale all'aperto di Brignola.La centrale consta di due gruppi turbina per la potenza complessiva di KW 65000.Un bacino di compenso costituito da una vasca della capacità di mc. 190.000 con argini in terra rivestiti di calcestruzzo, forma un bel lago subito a monte della frazione. Un canale di scarico della lunghezza di m. 350 restituisce le acque al Gesso. Subito in prossimità del lago si alza un fabbricato ormai disabitato che era servito per localizzare gli uffici della Centrale, ora comandata a distanza da Magliano Alpi.

 

Informazioni aggiuntive